This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Condividi su

PROGRAMMAZIONE IMPIEGO 2020/21: IL SIAM SCRIVE AL CAPO DI SMA E DIRETTORE DIPMA

17-07-2020
Dopo molteplici segnalazioni pervenute al SIAM tramite diversi canali, molti nostri iscritti lamentano una poco trasparente, ed in alcuni casi del tutto inspiegabile, programmazione d'impiego 2020/21 oramai di dominio pubblico. Il SIAM ha analizzato alcuni casi dai quali è effettivamente emersa una  programmazione di impiego che ha interessato in particolar modo personale che non aveva manifestato alcun interesse ad essere trasferito e che in molti casi si trova in posizione tabellare "extra organico". Abbiamo scritto al Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica e al Direttore della DIPMA evidenziando tali criticità legate principalmente ai forti disagi che si verranno a creare per i colleghi e le proprie famiglie tenendo anche in debito conto gli enormi disagi familiari  ed economici, nonché l'esoso esborso di finanze pubbliche per far fronte a tali trasferimenti. Il rischio che abbiamo voluto enfatizzare ai vertici è principalmente connesso ad un possibile uso improprio da parte di alcuni Comandanti dello strumento tabellare in extra organico per poi movimentare personale che risulta "scomodo" a vario titolo, ricordando che la posizione in extra organico è una esigenza dell'Amministrazione e che creare questo automatismo tra questa posizione di impiego e la programmazione per reimpiego presso altro Ente creerebbe i presupposti per  annoverare queste movimentazioni come movimentazioni "punitive". Un rischio reale e concreto se consideriamo anche l'eterogeneità dell'applicazione delle norme sull'impiego nei Reparti. Il SIAM ha chiesto ai vertici di rivedere la programmazione e di valutare i casi con maggior ponderatezza al fine di scongiurare inutili disagi alle famiglie dei colleghi e i numerosi contenziosi che si verranno necessariamente a creare.    

Iscriviti al SIAM clicca qui