This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Condividi su

Bene dichiarazioni Sottosegretario Tofalo su "Turn Over" Forze Armate ma attenzione a non creare nuovi precari.

27-08-2019
Il SIAM questa mattina ha diramato una nota stampa nella quale si pone l'attenzione sul Turn Over del personale militare e sulla possibilità di prevedere strumenti normativi adatti ad agevolare l'esodo del personale come previsto dalla 244/12 con particolare riferimento all'attivazione della ARQ prevista dalla norma anche per il personale non direttivo ma ancora inspiegabilmente non attivata. COMUNICATO STAMPA Sindacato Aeronautica Militare (SIAM): bene dichiarazioni di Sottosegretario Tofalo su "Turn Over" Forze Armate ma attenzione a non creare nuovi precari. In merito alle dichiarazioni del Sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo relative al "nuovo modello professionale " e alla promozione di nuovi posti di lavoro nelle forze armate per i giovani, concordiamo sull’esigenza di voler puntare ad un ringiovanimento delle Forze Armate, dove l'età media oggi è altissima e rischia di comprometterne l'operatività. Tuttavia dobbiamo porre attenzione per evitare che questo processo avvenga alimentando una pletora di precari sottopagati e spesso sfruttati, così come purtroppo accade oggi, dove giovani VFP1 lavorano giornate intere senza che sia previsto per loro il pagamento di ore straordinarie e recuperi. Ad ogni modo sarà necessario che il "turn over" di personale militare abbia luogo avviando tutti quei processi normativi che consentiranno ai militari più anziani di essere accompagnati alla cessazione dal servizio attivo con tutte le garanzie e rispetto loro dovuto per il lungo e meritorio servizio prestato per il paese, a cominciare dall’avvio di una previdenza complementare attesa ormai dal 1995, data del primo riordino, per proseguire con il collocamento in aspettativa riduzione quadri (ARQ) anche per il personale non dirigente, così come previsto dalla legge 244 del 2012, ma ancora inspiegabilmente non applicata. Lo dichiara il Segretario Generale del SIAM Paolo Melis

Iscriviti al SIAM clicca qui