This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Condividi su

4 Novembre, ma non c'è molto da festeggiare.

04-11-2019
Oggi celebriamo la festa delle Forze Armate e dell'unità nazionale. Una festa ancora una volta monca. Perché i suoi primi protagonisti continuano ad essere privi di diritti sindacali. Come è possibile parlare di unità quando una parte rilevante del paese è vissuta come corpo estraneo e oppressore da molti concittadini, rispetto ai quali però non gode nemmeno delle medesime garanzie sociali. Ci auguriamo che questo sia l'ultima celebrazione che veda i militari relegati a cittadini di serie b, costretti a morire nel silenzio e nell'indifferenza generale. Sia questa giornata l'inizio di un percorso di  riscatto, che vedrà gli uomini le donne con le stellette conquistare finalmente la dignità che fino ad oggi gli è stata negata.

Iscriviti al SIAM clicca qui