CAUSE DI SERVIZIO: INTERVIENE L’ISPETTORATO ALLA SANITA’ MILITARE

 L’Ispettorato alla Sanità Militare, interviene sul tema delle Cause di Servizio connesse contagio da Covid-19, ribadendo quanto già evidenziato dal Segretariato Generale della Difesa e Direzione Nazionale degli Armamenti, pochi giorni fa, ossia che il personale che contrae il virus in servizio ha titolo al riconoscimento della causa di servizio.
Va, però sottolineato che, alla luce delle specifiche delineate dall’Ispettorato, sia ancor di più indispensabile che i Comandanti limitino l’attività lavorativa del proprio personale alle situazioni chiaramente indifferibili, dotando capillarmente il personale di idonei dispositivi di protezione individuale e predisponendo tutte le procedure utili a tutelare la salute dei colleghi.
Non agire in tal senso, infatti esporrebbe il personale, non solo al rischio di ammalarsi, ma anche a quello di non vedersi riconosciuta la giusta misura di compensazione. Ingenerando, per di più,  una serie di contenziosi che potrebbero chiamare in causa personalmente gli stessi superiori gerarchici di chi ha contratto il virus durante il servizio.
Il SIAM, come sempre, rimane a disposizione di tutti quei colleghi che dovessero aver necessità di assistenza e supporto anche in tutte queste circostanze.

Lascia un commento