RIORDINO DELLE CARRIERE. SINDACATI IGNORATI DA TUTTI GLI STATI MAGGIORI.

 

Gli Stati Maggiori Difesa hanno illustrato ieri ai rispettivi COCER, i provvedimenti che il Governo si accinge a tradurre in schema di Decreto Legislativo. Misure preconfezionate dalle Amministrazioni, senza nessun tipo di confronto con le OO.SS e para negoziate dalla sola “limitata” rappresentanza militare. Questa è l’ennesima occasione persa per dare attuazione alla sentenza 120/18 della Corte costituzionale. L’ennesima dimostrazione di una forte reticenza ad abbracciare il cambiamento, continuando a prediligere organismi ormai superati. In tale contesto, non solo è impedita ai sindacati la partecipazione a tavoli importanti per la vita lavorativa del personale ma si avvantaggiano, tra l’altro, quelle sigle sindacali militari che hanno all’interno dei Cocer esponenti di spicco che indossano il doppio abito. Oltre il danno, la beffa! Tale condotta è iniqua, ingiusta e ingiustificabile. Aspettiamo, chiederemo e discuteremo del testo in Commissione, prendendoci con forza il ruolo che la Corte Costituzionale ci ha riconosciuto.

26 settembre 2019

 

Segretario Generale SILF

Segretario Generale SILME Segretario Generale SIAM
Francesco Zavattolo Giuseppe Pesciaioli

Paolo Melis

TESSERAMENTO

 

3 thoughts on “RIORDINO DELLE CARRIERE. SINDACATI IGNORATI DA TUTTI GLI STATI MAGGIORI.”

  1. Ciao, Segretario.
    In qualche modo non credo che ci siano sommità tali che non possano essere scalate da un uomo che conosce il segreto di realizzare i sogni. Questo speciale segreto, mi pare, può essere sintetizzato in queste parole: curiosità, fiducia, coraggio e costanza, e la più grande di tutte è la fiducia. Quando credi in qualcosa, credici fino in fondo. In modo coinvolgente ed indiscutibile. Un sincero grazie a te e ai tuoi collaboratori.

Lascia un commento