La DIPMA riattiva i trasferimenti “a domanda” in via sperimentale dal 2020

Con la lettera inviata a tutto il personale dell’A.M. dal Direttore della DIPMA, Gen. Comelli, viene annunciato una novità in tema di traferimenti.

Sembra, infatti, che dopo molti anni, sarà reintrodotto in via sperimentale dal 2020 il trasferimento “a domanda”, che la circolare “DIPMA 001” aveva soppresso.

L’intento è certamente apprezzabile perché le procedure attuali hanno definitivamente ingessato la mobilità del personale dell’Aeronautica tra le varie Basi.

La lettera in questione per ovvi motivi non fornisce dettagli ulteriori in merito. Certo è che sarebbe auspicabile che le domande di trasferimento che perverranno in futuro, siano soggette a quegli indispensabili criteri di trasparenza ed equità che possano evitare contenziosi e recriminazioni di varia natura.

Inoltre non si può non riconoscere come su un tema come questo, inerente all’impiego, sia stata sentito il Cocer, nonostante la materia dell’impiego del personale sia sottratta per legge alle competenze della Rappresentanza Militare. Ci auguriamo che analoga elasticità possa essere adottata anche nei rapporti con i Sindacati Militari, ascoltandoli su questo ed altri temi fin da subito e che la politica, nell’ambito dell’approvazione della legge che dovrà disciplinare la materia sindacale, tenga conto del fatto che non è possibile sottrarre dalla trattazione materie di competenza come l’impiego e il settore logistico senza prevedere specifiche eccezioni.

Lascia un commento